Doch srl

L’azienda DOCH promuove e commercializza apparecchi innovativi e a basso impatto sull’ambiente, rivolti sia al pubblico che al privato, per il trattamento dell’aria e dell’acqua. Negli ultimi anni, un’attenzione particolare è stata dedicata allo studio e alla realizzazione delle cosidette “Case dell’Acqua”, veri e propri erogatori di acqua “a chilometri zero” che sono diventate in breve tempo la principale fonte di approvvigionamento dei cittadini tra Vicenza e dintorni.
La Casa dell’Acqua Doch è un servizio offerto ai cittadini in collaborazione alle amministrazioni comunali che hanno deciso di dotarsene, un vero e proprio erogatore in formato “casa” di acqua di qualità, naturale o frizzante, refrigerata o a temperatura ambiente.
Ad oggi sono state installate in Provincia di Vicenza ben 18 Case dell’Acqua, ciascuna in grado di erogare fino a 1.500 litri di acqua al giorno, a un costo contenuto di 5 centesimo di euro al litro, acquistabili sia in danaro che tramite tessere prepagate distribuite ai cittadini presso centri o negozi autorizzati.
Rileggendo i numeri in chiave ambientale, il risultato è addirittura impressionante: si tratta di un risparmio di circa 600.000 bottiglie di plastica all’anno. I diversi Comuni coinvolti hanno infatti scelto di sponsorizzare l’iniziativa con l’obiettivo di ridurre la produzione di PET da smaltire che, grazie alle case dell’acqua Doch potrà essere ridotto in maniera davvero considerevole.

Le esigenze

Realizzare un’infrastruttura di automazione e monitoraggio da remoto delle Case dell’Acqua, nonché un sistema di info panel, tramite impianti tecnologici evoluti ed affidabili.

La soluzione

La realizzazione prevedeva la progettazione ed installazione dei seguenti sistemi:
– infrastruttura di rete Wan, via tecnologia xDSL o wireless, in VPN
– impianto di videosorveglianza ad alta definizione
– impianto di digital signage per l’invio di messaggi informativi e pubblicitari (audio e video)
– domotica, associata all’impianto di videosorveglianza, per la costante verifica di buon funzionamento della Casa, grazie a sensori di temperatura, presenza rete elettrica, contalitri, allagamento, apertura porta ed allarme carbonatore
– controllo accessi con badge per regolamentare l’accesso dei tecnici manutentori
– consolle di monitoraggio centralizzata presso l’headquarter del cliente

I vantaggi

“Abbiamo cominciato a collaborare con Reti con l’obiettivo in installare una telecamera per riprendere eventuali atti vandalici contro la Casa dell’Acqua. Su suggerimento di Reti stessa, abbiamo però esteso le funzionalità della Casa dell’Acqua, con un vero e proprio sistema di automazione, gestione domotica e multimediale centralizzati”, aggiunge Fabio Maistro, responsabile commerciale di Doch. “Ci siamo resi conto delle potenzialità della tecnologia offerta soprattutto pensando al lungo termine del progetto, che prevede l’installazione di erogatori di acqua non solo nei Comuni a noi limitrofi, ma anche in aree territoriali più distanti. I vantaggi che ne sono seguiti sono stati decisamente importanti, in termini di efficienza del servizio, di tempestività di intervento in caso di necessità, di risparmi di tempo e, indubbiamente, di sicurezza. Grazie alla telecamera installata all’interno della Casa dell’Acqua, con l’obiettivo di garantire ai cittadini il massimo livello di servizio, siamo in grado di tenere costantemente sotto controllo il livello di CO2 – senza dover mandare un addetto di persona – ma anche di controllare gli accessi di eventuali manutentori”, concludono i manager di Doch.